Francesca Balzani candidata alle primarie del Centrosinistra per Milano 2016 si é presentata ai milanesi questa mattina sul palcoscenico dell’Elfo Puccini
IMG_3167

Dopo mesi e settimane concitate in cui il Centrosinistra ha cercato la candidatura ideale per la prossima competizione elettorale per il sindaco di Milano, i giochi politici e le strategie in questi giorni entrano nel vivo, mentre ci si avvicina sempre più alla data delle primarie stabilita dal PD. Ieri all’Anteo si è svolto il primo incontro pubblico tra due candidati del Centrosinistra Giuseppe Sala e Pierfrancesco Majorino. Questa mattina invece sul palcoscenico del teatro Elfo Puccini si è presentata ai milanesi Francesca Balzani, giá assessore al bilancio nella giunta guidata dal Sindaco Giuliano Pisapia e anche vicesindaco dell’attuale giunta. Non è un segreto che la candidatura alle primarie del Centrosinistra della Balzani sia stata fortemente voluta dallo stesso Sindaco Giuliano Pisapia, che invece ha deciso di non ricandidarsi a fine mandato. Tuttavia l’endorsment e l’appoggio di Pisapia questa mattina sono stati più che discreti e l’attuale sindaco non ha partecipato direttamente all’evento di presentazione della Balzani, forse per non togliere spazio, presenza e impatto alla figura della candidata. Classe 1966 genovese, avvocato tributarista, eurodeputata per il PD e giá assessore al bilancio del comune di Genova e poi di quello di Milano, Francesca Balzani si presenta con un curriculum concreto e di tutto rispetto alla competizione delle primarie del PD per Milano 2016. La candidatura della Balzani, che come lei stessa ha sottolineato nella presentazione questa mattina ha preso corpo in questo ultimo periodo, è nata per cercare un punto di convergenza e di incontro per poter rappresentare le numerose anime della sinistra milanese, ed è il mondo della sinistra e della cultura della Milano di sinistra, che questa mattina si è raccolto attorno alla Balzani. Davanti a una sala gremita con una folla riunita anche davanti all’ingresso e nel foyer dell’Elfo Puccini, Francesca Balzani è stata presentata dalla blogger Elasti (Claudia de Lillo), dal giornalista Gad Lerner e da Massimo Cirri e Filippo Solibello. Due filmati con una comunicazione che ha strizzato l’occhio all’empatia e all’emozione dello storytelling hanno aperto e chiuso l’evento, mentre sul palco insieme alla Balzani si sono alternati personaggi della cultura e della societá civile milanese. Tra le prime file sedevano Cinzia Sasso, giornalista e moglie di Giuliano Pisapia, Stefano Boeri, Cesare Rimini, il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo, il capogruppo del PD a Palazzo Marino Lamberto Bertolé e il capogruppo di Sel Mirko Mazzali. Francesca Balzani si è presentata nel segno della continuitá di un progetto politico e di una visione della cittá di Milano iniziata nel 2012 con la sua partecipazione alla giunta del sindaco Pisapia, dando un tratto chiaro e deciso di questa continuità anche nella scelta del colore arancione e del claim della sua campagna “Continuiamo la bella stagione”. La continuità del progetto politico é peró rinnovata dalla freschezza della sua immagine, come donna, mamma e libera professionista ormai da qualche anno prestata alla politica, la Balzani ha infatti sottolineato che i ritmi e i tempi degli impegni quotidiani spingono verso scelte di semplificazione della macchina comunale e di gestione della cittá, sottolineando come prioritarie tematiche come quelle dell’innovazione, della partecipazione diretta dei cittadini e  anche del rispetto del life-balance, essendo infatti la prima candidata che nel suo evento di presentazione si è preoccupata di intrattenere i piccoli milanesi presenti questa mattina, per dar modo ai genitori di partecipare serenamente all’evento. La Balzani ha anche parlato del tema del verde pubblico e dello spazio cittadino, ipotizzando l’aumento di aree pedonali anche nei quartieri periferici, il potenziamento dei mezzi pubblici in cittá per dissuadere dall’utilizzo delle auto private e tenere sotto controllo l’inquinamento dell’aria cittadina. Ancora la Balzani ha parlato di integrazione e della destinazione di luoghi di culto per le altre religioni e si è espressa favorevolmente sulla costituzione di un registro delle unioni civili, che sia inclusivo rispetto alle unioni e ai legami tra lo stesso sesso, sottolineando il suo personale sostegno alla stepchild  adoption. Questi gli argomenti toccati questa mattina in una presentazione di una candidatura, che con Francesca Balzani sembrerebbe toccare davvero e rappresentare in modo chiaro e trasparente tutti i temi significativi della sinistra milanese. Più di mille milanesi hanno ascoltato con attenzione le parole e le proposte di Francesca Balzani, che in merito al confronto di ieri tra Sala e Majorino, si è dichiarata disponibile a un altro incontro pubblico soltanto in presenza di tutti i candidati alle primarie del PD. 

    
    
    
    
    
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: